Privacy Policy
Sfoglia per Categorie
Sfoglia per Stili Artistici
Sfoglia per Epoche Storiche
accedi come galleria X

clicca qui per iscriverti come galleria

  X


Richiesta inviata



Articolo Object
(
    [article:protected] => Array
        (
            [idCategoria] => 2779
            [idPadre] => 321
            [tipo] => 2
            [miniatura] => 
            [MDR_title] => 
            [MDR_description] => 
            [MDR_keywords] => 
            [attivo] => 1
            [ordine] => 
            [prezzo] => 
            [offerta] => 
            [ingrandimento] => 
            [novita] => 
            [codice] => 
            [nometed] => 
            [nomecin] => 
            [descrizioneted] => 
            [descrizionecin] => 
            [testoted] => 
            [testocin] => 
            [data] => 
            [zoom] => 
            [spedizione] => 
            [img1] => 
            [img2] => 
            [img3] => 
            [img4] => 
            [img5] => 
            [img6] => 
            [img7] => 
            [img8] => 
            [img9] => 
            [img10] => 
            [img11] => 
            [img12] => 
            [img13] => 
            [img14] => 
            [img15] => 
            [img16] => 
            [img17] => 
            [img18] => 
            [img19] => 
            [img20] => 
            [prezzo2] => 30/40.000
            [vetrina] => 
            [pdf] => 
            [marca] => in_vendita
            [artista] => Bernardo Canal
            [certificato] => Per iscritto
            [stile] => Luigi XV Transizione
            [epoca] => 18° secolo - 1700
            [lungo] => 134
            [largo] => 
            [alto] => 80
            [profondita] => 
            [diametro] => 
            [peso] => 
            [antiquario] => Array
                (
                    [ID_iscritto] => 5
                    [email] => cortedegliulivi@gmail.com
                    [attivo] => 1
                    [nominativo] => La Corte degli Ulivi Gallery Ms.Sergio Schina
                    [via] => 
                    [indirizzo] => Via Lucardesi, 15
                    [provincia] => Firenze
                    [citta] => San Casciano Val di Pesa
                    [cap] => 50026
                    [stato] => Italy
                    [telefono] => +39 055 82 83 59
                    [telefono2] => +39 33 86 23 32 46
                    [fax] => 
                    [tipologia] => antiquario
                    [codiceiva] => o2292420482
                    [username] => cortedegliulivi@gmail.com
                    [password] => corteulivi
                    [cpassword] => 
                    [nomeattivita] => La Corte Degli Ulivi Gallery
                    [specializzazione] => Esperto in quadri antichi francesi del XVI / XVII / XVIII secolo
                    [descrizioneattivita] => 
                    [lingueparlate] => 1|2|3||5|||
                    [gruppi] => 
                    [associazioni] => |||||||8|||||
                    [immagineditta] => 
                    [sito] => http://www.cortedegliulivigallery.com
                    [facebook] => https://www.facebook.com/sergio.schina.7
                    [googleplus] => 
                    [twitter] => 
                    [pinterest] => 
                    [orarigalleria] => 9.00/22.00h  tutti giorni
                    [condizionispedizione] => 
                    [specializzazioneen] => Expert of old Master paintings
                    [specializzazionefr] => Expert en Tableaux anciens  CINOA -FIMA
                    [specializzazioneru] => Эксперт по древней живописи восемнадцатого века
                    [descrizioneattivitaen] => 
                    [descrizioneattivitafr] => 
                    [descrizioneattivitaru] => 
                    [orarigalleriaen] => 9.00/22.00h 
                    [orarigalleriafr] => 9.00/22.00h tous les jours
                    [orarigalleriaru] => 9.00/22.00h 
                    [condizionispedizioneen] => 
                    [condizionispedizionefr] => 
                    [condizionispedizioneru] => 
                    [datascadenza] => 2025-06-25
                    [dataprova] => 2016-06-25
                    [abbonamento] => PAGATO
                    [note] => 
                    [lingua] => italiano
                    [inseritioggi] => 0
                    [specializzazione1] => 13
                    [specializzazione2] => 14
                    [specializzazione3] => 40
                    [specializzazione4] => 165
                    [banner] => 4
                    [datainseritioggi] => 25112017
                    [instagram] => 
                    [latitudine] => 43.657856
                    [longitudine] => 11.186003
                    [continente] => Europe
                    [nome_prodotto] => BERNARDO CANAL 
                )

            [cataggiuntiva] => 
            [imgprincipe] => 603007.jpg
            [visite] => 2019
            [chiave] => 2016-06-01 21:53:34
            [menutagcategoria] => 
            [cleanurl] => bernardo-canal--2779
            [cleanurling] => bernardo-canal-xviii-century-anthony-s-and-faustina-temple--2779
            [cleanurlfra] => bernardo-canal-le-temple-d-antonin-et-faustine-xviiieme--2779
            [cleanurlrus] => bernardo-canal-xviii-century-anthony-s-and-faustina-temple--2779
            [htmltitle] => BERNARDO CANAL  | antiquariato su anticSwiss⁠⁠⁠⁠
            [htmltitleing] => BERNARDO CANAL XVIII CENTURY, ANTHONY'S AND FAUSTINA TEMPLE  | antique trade anticSwiss⁠⁠⁠⁠
            [htmltitlefra] => Bernardo Canal, Le Temple d'Antonin Et Faustine, XVIIIème  | commerce antique anticSwiss⁠⁠⁠⁠
            [htmltitlerus] => BERNARDO CANAL XVIII CENTURY, ANTHONY'S AND FAUSTINA TEMPLE  | antique trade anticSwiss⁠⁠⁠⁠
            [htmlmetakeywords] => antiquariato, storico,mitologico,quadri,antichi
            [htmlmetakeywordsing] => antique trade, mythological,paintings
            [htmlmetakeywordsfra] => commerce antique, mythologique,tableaux,anciens
            [htmlmetakeywordsrus] => antique trade, mythological,paintings
            [htmlmetadescription] => Olio su tela  XVIII secolo   verso il 1718   1720  Altezza 80 cm X Lunghezza 134 cm  Bernardo CANAL   Venezia 1674 1744
            [htmlmetadescriptioning] => Oil on canvas XVIIIth century  at about the 1718 1720  Height 80 cms  2013 2 inch   Length 134 cms  340 36 inch    
            [htmlmetadescriptionfra] => Huile sur Toile  XVIII  me si  cle  vers le 1718  1720  Hauteur 80 cm   2013 2 inch   Longueur 134 cm   340 36 inch    
            [htmlmetadescriptionrus] => 
            [epoca_id] => 9
            [nome] => BERNARDO CANAL 
            [descrizione] => Olio su tela
XVIII secolo - verso il 1718 / 1720

Altezza 80 cm X Lunghezza 134 cm
Bernardo CANAL - Venezia 1674-1744
Expertise Dott.ssa Bozena Kowalkzyk

Bernardo Canal nel 1718 / 1720 era a Roma con il figlio Antonio per un incarico di sceneggiatore in due drammi teatrali di Alessandro Scarlatti. Durante il soggiorno romano Antonio inizia la sua carriera artistica e suoi sono alcuni disegni che ritraggono diversi monumenti romani tra cui il tempio di Antonio e Faustina oltre al Campidoglio e la Santa Maria d'Aracoeli .
Successivamente Bernardo ha più volte utilizzato quei disegni per realizzare dipinti commissionati dalla clientela.
Il disegno di Antonio da cui è tratto con varianti il presente dipinto raffigurante il tempio di Antonio e Faustina è anche presente nella collezione del British Museum.
Il dipinto, studiato dalla dottoressa Anna Bozena Kowalkzyk storica dell'arte a cui è dovuta buona parte della ricerca relativa allo studio della fase giovanile di Canaletto è considerato opera tipica di Bernardo Canal. Tra gli artisti minori del Settecento veneziano la figura di Bernardo Canal (1664-1744), padre del celeberrimo Canaletto, riveste un interesse particolare per i rapporti che presentano le sue opere con quelle del figlio e di altri maestri veneziani.

È parso quindi opportuno occuparsi in questa sede della sua produzione, che fu soprattutto di vedute avendo solo occasionalmente eseguito qualche capriccio paesistico.
Sposatosi nel 1695 con Artemisia Barbieri, Bernardo risulta qualificato nell'atto di battesimo del figlio Antonio (17 ottobre 1697) come esercente la professione di "pittore", mentre solo nel 1717 (e successivamente negli anni 1737-1743) il suo nome compare nei registri della Fraglia dei pittori veneziani.
Membro del Collegio dei pittori, il 28 dicembre 1739 venne nominato Priore, ottenendo un riconoscimento che sembra adombrare il godimento di un certo prestigio.

Dal 1716 al 1718 Bernardo collaborò con il fratello Cristoforo e con il figlio Antonio nell'esecuzione di scenari per opere di Vivaldi, Chelleri, Pollarolo, Porta e Orlandini nei teatri veneziani di Sant'Angelo (1716-1717) e San Cassiano (1718-1719). Nel 1719-1720 soggiornò a Roma dove preparò, in collaborazione con il figlio, gli allestimenti scenici per le opere Tito Sempronio Gracco e Turno Aricino di Alessandro Scarlatti, che vennero rappresentate al teatro Capranica durante il Carnevale del 1720 (Constable 1962, p. 9).

Di Bernardo Canal, caduto nell'oblio più completo, non si conosceva nemmeno un dipinto fino a quando Giuseppe Fiocco, in occasione della mostra Pittura Veneta (Riccoboni, Fiocco 1947, p. 12, nn. 71-72) rese note due vedute recanti sul retro della tela originale l'iscrizione «Bernardo Canal Fecit 1735».

Nella circostanza lo studioso osservò che tali vedute, caratterizzate da un vivace senso prospettico, «sembrerebbero di un Richter meno azzurrino».
I due dipinti facevano parte di un gruppo di cinque vedute veneziane già conservate nel palazzo Salom a Venezia e in seguito trasferite a Segromigno Monte (Lucca). Le altre tre vedute furono pubblicate nel 1969 da Rodolfo Pallucchini in un articolo rimasto poco conosciuto perché apparso su una rivista polacca (1969, pp. 145-146).
Più recentemente lo stesso studioso ha efficacemente sintetizzato le caratteristiche dell'arte di Bernardo Canal osservando che i cieli delle sue vedute sono connotati «da banchi di nubi zigzaganti in diagonale, luminose e lucide a un tempo, per via di un segno pittorico assai netto. Si direbbe che Bernardo Canal non riesca a staccarsi dal gusto di Carlevarijs [...] che scalava i cieli con simili nubi, allo scopo di accrescere la profondità prospettica: e che abbia pure negli occhi le macchiette spiritose e ciacolanti del friulano, tentando però di aggiornarle secondo i metodi liberamente pittorici del figlio. Sono macchiette, queste di Bernardo, che si distinguono abbastanza facilmente: vivaci di colore, piccole di statura, rese a colpi incisivi di ombre e di luci, dai visetti sintetizzati con una pennellatina che opera a colpi di spillo» (Pallucchini 1996, p. 298).

Le osservazioni di Fiocco e di Pallucchini, alludenti al legame stilistico con Carlevarijs e Richter, sono pienamente condivisibili ma mettono in risalto solo uno degli aspetti della personalità di Bernardo Canal. Infatti questo pittore, pur possedendo una notevole abilità tecnica, era scarsamente dotato di estro creativo e per questa ragione nel corso della sua lunga vita preferì generalmente ispirarsi a modelli altrui, dandone un'interpretazione personale non priva di lirismo e di verità atmosferica. Non desta quindi meraviglia la circostanza che alcuni suoi dipinti, anche recentemente, siano stati attribuiti a Carlevarijs, Richter e perfino al Canaletto, per i collegamenti stilistici e iconografici con le opere di quei maestri. Dopo aver lavorato a lungo nella scenografia teatrale, all'inizio degli anni venti, in coincidenza con il fortunato esordio del figlio Antonio nel vedutismo, Bernardo Canal decise di seguirne l'esempio. Non si conosce infatti neanche un'opera di Bernardo databile anteriormente al 1720.


Sergio Schina CINOA - FIMA Italia [testo] => [provenienza] => Collezione privata [materiale] => Olio su tela [immagini] => Array ( [0] => http://www.anticswiss.com/_img/2779/603007.jpg ) [immagini_thumb] => Array ( [0] => http://www.anticswiss.com/_img/2779/thumbs/155_333090.jpg [1] => http://www.anticswiss.com/_img/2779/thumbs/155_47725.jpg [2] => http://www.anticswiss.com/_img/2779/thumbs/155_603007.jpg ) [immagini_slider] => Array ( [0] => http://www.anticswiss.com/_img/2779/333090.jpg [1] => http://www.anticswiss.com/_img/2779/47725.jpg [2] => http://www.anticswiss.com/_img/2779/603007.jpg ) [margine] => Array ( [0] => [1] => [2] => ) [ridimensiona] => Array ( [0] => height='104px' width='142.98428053204px' [1] => height='104px' width='175.52742616034px' [2] => height='104px' width='104px' ) [categoria] => Storico, Mitologico ) [article_id] => 2779 [name:protected] => articolo.php [title:Page:private] => Articolo [titles:Page:private] => Array ( [IT] => Articolo ) [section:Page:private] => articolophp [params:protected] => Array ( [p1] => antiquariato-on-line [p2] => bernardo-canal--2779 ) [constant:protected] => Array ( [LANG_AVAILABLE] => Array ( [0] => IT [1] => EN [2] => RU [3] => FR ) [LANG_ALIAS_SUFFIX] => Array ( [IT] => [EN] => ING [RU] => RUS [FR] => FRA ) [LANG_SHORT_ALIAS_SUFFIX] => Array ( [IT] => [EN] => EN [RU] => RU [FR] => FR ) [BASE_URL] => http://www.anticswiss.com [BASE_IMG_URL] => http://www.anticswiss.com/_img [BASE_URL_PANEL] => http://www.anticswiss.com/panel [CAPTCHA_BASE_URL] => http://www.anticswiss.com/ [SERVER_BASE_IMG_URL] => /var/www/vhosts/anticswiss.com/httpdocs/_img [SERVER_BASE_URL] => /var/www/vhosts/anticswiss.com/httpdocs/ [SERVER_GESTIONALE_AS_BASE_URL] => /var/www/vhosts/anticswiss.com/httpdocs/gestionale-as [GESTIONALE_AS_BASE_URL] => http://www.anticswiss.com/gestionale-as [MAIN_EMAIL] => info@anticswiss.com [SITE_NAME] => Antic Swiss [DEBUG] => [ARTICOLIANNO] => 150 [QUOTAANNO] => 380 [LANG_DEFAULT] => EN [DEFAULT_FIELD_LANG] => EN ) [lang:protected] => IT [login_attempt:Page:private] => 0 [captcha_attempt:Page:private] => 0 [operation_succeded] => 0 [title] => BERNARDO CANAL )

BERNARDO CANAL

assets pinterest
BERNARDO CANAL
BERNARDO CANAL -0
BERNARDO CANAL -1
in vendita

Descrizione Dettagliata

Olio su tela
XVIII secolo - verso il 1718 / 1720

Altezza 80 cm X Lunghezza 134 cm

Bernardo CANAL - Venezia 1674-1744

Expertise Dott.ssa Bozena Kowalkzyk



Bernardo Canal nel 1718 / 1720 era a Roma con il figlio Antonio per un incarico di sceneggiatore in due drammi teatrali di Alessandro Scarlatti. Durante il soggiorno romano Antonio inizia la sua carriera artistica e suoi sono alcuni disegni che ritraggono diversi monumenti romani tra cui il tempio di Antonio e Faustina oltre al Campidoglio e la Santa Maria d'Aracoeli .

Successivamente Bernardo ha più volte utilizzato quei disegni per realizzare dipinti commissionati dalla clientela.

Il disegno di Antonio da cui è tratto con varianti il presente dipinto raffigurante il tempio di Antonio e Faustina è anche presente nella collezione del British Museum.

Il dipinto, studiato dalla dottoressa Anna Bozena Kowalkzyk storica dell'arte a cui è dovuta buona parte della ricerca relativa allo studio della fase giovanile di Canaletto è considerato opera tipica di Bernardo Canal.

Tra gli artisti minori del Settecento veneziano la figura di Bernardo Canal (1664-1744), padre del celeberrimo Canaletto, riveste un interesse particolare per i rapporti che presentano le sue opere con quelle del figlio e di altri maestri veneziani.

È parso quindi opportuno occuparsi in questa sede della sua produzione, che fu soprattutto di vedute avendo solo occasionalmente eseguito qualche capriccio paesistico.


Sposatosi nel 1695 con Artemisia Barbieri, Bernardo risulta qualificato nell'atto di battesimo del figlio Antonio (17 ottobre 1697) come esercente la professione di "pittore", mentre solo nel 1717 (e successivamente negli anni 1737-1743) il suo nome compare nei registri della Fraglia dei pittori veneziani.
Membro del Collegio dei pittori, il 28 dicembre 1739 venne nominato Priore, ottenendo un riconoscimento che sembra adombrare il godimento di un certo prestigio.



Dal 1716 al 1718 Bernardo collaborò con il fratello Cristoforo e con il figlio Antonio nell'esecuzione di scenari per opere di Vivaldi, Chelleri, Pollarolo, Porta e Orlandini nei teatri veneziani di Sant'Angelo (1716-1717) e San Cassiano (1718-1719). Nel 1719-1720 soggiornò a Roma dove preparò, in collaborazione con il figlio, gli allestimenti scenici per le opere Tito Sempronio Gracco e Turno Aricino di Alessandro Scarlatti, che vennero rappresentate al teatro Capranica durante il Carnevale del 1720 (Constable 1962, p. 9).



Di Bernardo Canal, caduto nell'oblio più completo, non si conosceva nemmeno un dipinto fino a quando Giuseppe Fiocco, in occasione della mostra Pittura Veneta (Riccoboni, Fiocco 1947, p. 12, nn. 71-72) rese note due vedute recanti sul retro della tela originale l'iscrizione «Bernardo Canal Fecit 1735».

Nella circostanza lo studioso osservò che tali vedute, caratterizzate da un vivace senso prospettico, «sembrerebbero di un Richter meno azzurrino».


I due dipinti facevano parte di un gruppo di cinque vedute veneziane già conservate nel palazzo Salom a Venezia e in seguito trasferite a Segromigno Monte (Lucca). Le altre tre vedute furono pubblicate nel 1969 da Rodolfo Pallucchini in un articolo rimasto poco conosciuto perché apparso su una rivista polacca (1969, pp. 145-146).
Più recentemente lo stesso studioso ha efficacemente sintetizzato le caratteristiche dell'arte di Bernardo Canal osservando che i cieli delle sue vedute sono connotati «da banchi di nubi zigzaganti in diagonale, luminose e lucide a un tempo, per via di un segno pittorico assai netto. Si direbbe che Bernardo Canal non riesca a staccarsi dal gusto di Carlevarijs [...] che scalava i cieli con simili nubi, allo scopo di accrescere la profondità prospettica: e che abbia pure negli occhi le macchiette spiritose e ciacolanti del friulano, tentando però di aggiornarle secondo i metodi liberamente pittorici del figlio. Sono macchiette, queste di Bernardo, che si distinguono abbastanza facilmente: vivaci di colore, piccole di statura, rese a colpi incisivi di ombre e di luci, dai visetti sintetizzati con una pennellatina che opera a colpi di spillo» (Pallucchini 1996, p. 298).



Le osservazioni di Fiocco e di Pallucchini, alludenti al legame stilistico con Carlevarijs e Richter, sono pienamente condivisibili ma mettono in risalto solo uno degli aspetti della personalità di Bernardo Canal. Infatti questo pittore, pur possedendo una notevole abilità tecnica, era scarsamente dotato di estro creativo e per questa ragione nel corso della sua lunga vita preferì generalmente ispirarsi a modelli altrui, dandone un'interpretazione personale non priva di lirismo e di verità atmosferica. Non desta quindi meraviglia la circostanza che alcuni suoi dipinti, anche recentemente, siano stati attribuiti a Carlevarijs, Richter e perfino al Canaletto, per i collegamenti stilistici e iconografici con le opere di quei maestri.

Dopo aver lavorato a lungo nella scenografia teatrale, all'inizio degli anni venti, in coincidenza con il fortunato esordio del figlio Antonio nel vedutismo, Bernardo Canal decise di seguirne l'esempio. Non si conosce infatti neanche un'opera di Bernardo databile anteriormente al 1720.





Sergio Schina

CINOA - FIMA Italia

Richiedi informazioni su BERNARDO CANAL



Campi obbligatori*


Accetto i termini del servizio e la normativa sulla privacy di anticSwiss
Voglio ricevere i nuovi arrivi e restare aggiornato




antiquario

La Corte degli Ulivi Gallery Ms.Sergio Schina San Casciano Val di Pesa, Via Lucardesi, 15 (San Casciano Val di Pesa - Italy)

Altri oggetti che potrebbero interessarti di: La Corte degli Ulivi Gallery Ms.Sergio Schina - La Corte Degli Ulivi Gallery

antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Ritratto di monaco, Entourage di Jacob van Oost XVII secolo 6200€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Tappezzeria d'Aubusson, inizio XVIII secolo 28.000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Coppia di angeli portaceri del XVIII secolo 13000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Stazione metereologica, Inghilterra XIX secolo 1250€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Quadro antico, ritratto di cantante d'opera. 6300€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Pendola in bronzo dorato di epoca Napoleone III 2850€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Armatura samurai 18° secolo 16000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Maria Maddalena, quadro antico del XVII secolo 3900€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Maria Maddalena, firmato e datato, XVII secolo 8400€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Pendola a portico Retour d'Egypt 2500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Bastone da passeggio, Inghilterra XIX secolo 1200€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Canti Gregoriani, Venezia XVII secolo 3500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Ritratto di Santa Elisabetta d'Ungheria, XVIII secolo 8400€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Porta incenso da tempio buddista, XVII secolo 3500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Coppia di grandi angeli del XVII secolo 48000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Antico Vaso cinese, Ming 1368 - 1644 4.200€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Psiche in mogano e bronzi dorati I° Impero 5500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Ritratto di Luigi XV e Marie Leszcynska, XVIII secolo 18.000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Il Delfino di Francia - Ordine di Santo Spirito 0€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Leggio veneziano in legno dorato XVIII secolo 6500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Putto antico XVII secolo 3900€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Animali da fattoria, Henry Paul SCHOUTEN 3000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Grande ritratto di Magistrato, Atelier di Hyacinthe RIGAUD 12400€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Gruppo di antiche sedie laccate - Parigi XVIII secolo 4200€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Cassone lombardo XVII secolo 4.500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Kabuto periodo Edo - XVIII secolo 5600€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Cassettone nobiliare, Venezia prima metà del XVIII secolo 2850€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Coppia di specchiere antiche venete 5500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Grande ritratto del XVII secolo, Jean de TROY 1638 - 1691 14500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Cassone Toscano da parata, XVI secolo 22000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery BERNARDO CANAL
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Busto di fanciulla in marmo bianco di Carrara XIX secolo 5800€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery BARTOLOMEO PEDON, PAESAGGIO CON PESCATORI, XVIII SECOLO 30.000€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Paravento antico con vedute animate XVIII secolo 6500€
antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery Capriccio, Charles Louis Clérisseau XVIII secolo 44.000€

Tutti gli oggetti in cateogoria: Storico, Mitologico

antiquario La Corte Degli Ulivi Gallery BERNARDO CANAL
antiquario VIEZZI ARTE Maestro bolognese, Profeta. XVIII sec. 0€
antiquario Galerie Quattro Allegoria dell'inverno attr. Pierre-Jacques Cazes 13000€
antiquario Antichità La Pieve srl Konstantin Miciu-Nicolaevici 0€
antiquario VIEZZI ARTE Palma il Giovane, Natività, Bozzetto 0€
antiquario Antiquares Venere e Adone, Michele Desubleo (1602 – 1676) 0€
antiquario Galerie de Frise Eros - XVII Scuola Francese, Entourage Le Brun 1800€
antiquario Galerie de Frise Coppia di ritratti allegorici, Francia 17° secolo 7000€
antiquario ARS ANTIQUA Da Raffaello, XVIII sec., Scuola di Atene,Olio, 169 x 245 27000€
antiquario ANTIQUITÉS GALERIE TRAMWAY Luc Olivier MERSON (1846-1920) dipinto del 1896 2000€
antiquario VIEZZI ARTE Maddalena, Maestro toscano del XVII secolo 0€
antiquario VIEZZI ARTE Niccolò Bambini, Eva nel Paradiso Terrestre 0€
antiquario VIEZZI ARTE Pittore fiammingo del XVIII sec, Atelier dello scultore 0€
antiquario VIEZZI ARTE Maestro veneziano del sec. XVII, Angelica e Medoro 0€
antiquario VIEZZI ARTE Giuseppe Zocchi cerchia, Giuseppe e i fratelli 0€
antiquario PALIOTTI SL Importante Acquarella Francese Firmata e Datata 1841 750€
antiquario ANTIQUITÉS GALERIE TRAMWAY Martial Courteys XVI dipinto smalto 1500€
antiquario VIEZZI ARTE Bernardino Bison, Erode mostra la testa a Erodiade 0€
antiquario ARS ANTIQUA Scuola romana, XVII secolo, BACCANALE, Olio su tela 7.000€
antiquario VIEZZI ARTE Antonio Zanchi, Caino, Venezia sec. XVII 0€
antiquario Galerie de Frise Allegoria della malinconia - XVII 12000€
antiquario Romano Ischia - Galleria d'arte e antiquariato Francesco Trevisani (1656 - 1746) attr., La Musa Urania 16800€
antiquario ARS ANTIQUA Scuola genovese, XVII secolo Putti musicanti 10.000€
antiquario ARS ANTIQUA Attr. a Fedele FISCHETTI (1734 - 1789), Putto con bouquet 4.500€
antiquario Parino Mercato Antiquario Dipinto francese olio su tela Gioco di putti con delfino 1500€
antiquario VIEZZI ARTE Pomponio Amalteo attribuito, Soffitto a cassettone 0€
antiquario ANTIQUITÉS GALERIE TRAMWAY Art Decò Ninfe al bagno, olio su pannello - firmato 900€
antiquario ARS ANTIQUA Pittore neoclassico, XIX secolo Apollo e Dafne 6.500€
antiquario Galerie PhC Scuola italiana del XVII secolo - mitologico Venere e Scene 8000€
antiquario ARS ANTIQUA Cerchia di Antoine Coypel (1661 – 1722),Venere e Amore 3.800€
antiquario VIEZZI ARTE Palma il Giovane, Annunciazione, Bozzetto 0€
antiquario VIEZZI ARTE Anthoine Palamedes, Sosta dei soldati, XVII sec. 0€
antiquario Arte Tres Gallery Artemide e Apollo olio su tela di scuola francese 1750€
antiquario VIEZZI ARTE Gianantonio Pellegrini, S. Andrea, Venezia XVIII sec. 0€
antiquario ARS ANTIQUA Attr. a Pietro Bardellino , Allegorie di putti 7500.00€
antiquario OG ANTIQUARIATO di Oscar Giraudo Capriccio con personaggi,Fine ‘600,Veneto 9000€
antiquario Galerie Quattro Scuola del XVIII secolo Pianta E Amore. 4800€
antiquario OG ANTIQUARIATO di Oscar Giraudo Scene venatorie,1700,Germania 2200€
antiquario PALIOTTI SL Importante Quadro Scuola Fiamminga del 600 Sec. XVII 9500€
antiquario ANTIQUITÉS GALERIE TRAMWAY XVIII scuola italiana successore di Paolo Caliari 6500€
antiquario Galerie Quattro Scuola italiana del XIX. Muse. 250€
antiquario ANTIQUITÉS GALERIE TRAMWAY Pittura del 1934 'La Source' Ingres 2200€
Per assistenza scrivi a: info@anticswiss.com Copyright©2017 | anticSwiss™ - P.IVA IT02292420482
X


Richiesta inviata